Blog

Dolore articolare come ottenere sollievo?

Il dolore alle articolazioni è comune e può avere varie cause possibili. Possono essere croniche o acute, lievi o gravi. Il trattamento più appropriato dipende ovviamente dall’origine del dolore. Qui elenchiamo le principali cause del dolore articolare e le forme di trattamento associate. Inoltre, esaminiamo anche diversi fattori che aumentano il rischio di dolori articolari. L’artrite reumatoide è una delle principali cause di dolore alle articolazioni. Questa malattia cronica infiamma le nostre articolazioni e, nel peggiore dei casi, può deformarle. Nei paesi occidentali, l’artrite reumatoide colpisce circa l’1% della popolazione. Il corso della malattia è irregolare, con alti e bassi. Questa condizione è principalmente trattata da farmaci: i farmaci antinfiammatori aiutano a limitare l’infiammazione esistente e a prevenire lo sviluppo di nuove infiammazioni. In alcuni casi, la chirurgia può aiutare: le protesi possono anche evitare che i pazienti diventino totalmente disabili. L’osteoartrite colpisce soprattutto le persone anziane. La malattia fa sì che la cartilagine delle nostre articolazioni si consumi prematuramente fino a scomparire completamente. In assenza di cartilagine, le nostre articolazioni hanno più difficoltà con gli urti, sfregando l’una contro l’altra, causando dolori articolari.

Infezioni come il morbillo

Per alleviare il dolore e la rigidità, di solito vengono prescritti dei farmaci. Tuttavia, non ci sono attualmente farmaci disponibili per rallentare la malattia. Il dolore alle articolazioni può anche derivare da un’infezione o un’infiammazione in altre parti del corpo. Questa è anche chiamata artrite reattiva. Infezioni come il morbillo, la mononucleosi o l’epatite possono colpire le nostre articolazioni. Una volta che la causa dell’infezione è stata trattata, i sintomi di solito diminuiscono. Nella maggior parte dei casi, i farmaci antinfiammatori possono aiutare. Anche i traumi possono causare dolori articolari. Un infortunio sportivo o un incidente può danneggiare un’articolazione, causando dolore. Il dolore alle articolazioni causato da un infortunio non può sempre essere alleviato da farmaci o interventi chirurgici. Spesso, bisogna prima aspettare che l’articolazione si riprenda e il riposo e gli esercizi specifici sono a volte l’unica soluzione. I fattori che aumentano il rischio di dolori articolari sono spesso trascurati. Tuttavia, conoscere questi fattori può ridurre significativamente questo rischio. Il primo fattore di rischio è il fumo. Fumando, inaliamo sostanze nocive che aumentano il rischio di sviluppare un’infiammazione. Quest’ultima causa una grave rigidità e dolore alle articolazioni. L’obesità è anche dannosa perché mette una pressione extra sulle articolazioni che sostengono il nostro peso corporeo. Questa pressione è principalmente sulle ginocchia e sulle caviglie. Un terzo fattore di rischio è lo stress: la nostra postura si restringe, portando a dolori articolari. L’artrite della parte superiore del piede non è comune, piuttosto si vede nel tallone, nella caviglia e nell’alluce. D’altra parte, il dolore e il gonfiore nella parte superiore della gamba possono essere un segno di artrite reumatoide o un attacco di gotta. Nell’artrite, anche altre articolazioni sono dolorose, come il ginocchio, le dita dei piedi, le spalle… Da notare che le lesioni articolari dell’artrite reumatoide sono simmetriche. Oltre al gonfiore e al dolore, l’artrite causa rigidità delle articolazioni che sono rosse e calde!

Se l’esame clinico

Una gamba gonfia e dolorante può essere un segno di un disturbo della circolazione che causa stasi venosa (arterite, flebite), ma anche un segno di insufficienza cardiaca che causa edema, soprattutto quando le gambe non sono sufficientemente sollevate durante il giorno. Infine, una parte superiore della gamba gonfia e dolorosa può essere semplicemente il risultato di un trauma, di uno shock ricevuto sulla gamba. Se l’esame clinico e la visita non sono in grado di guidare la diagnosi, sarà necessario effettuare qualche altro esame. Lo stretching è un modo molto efficace per alleviare il dolore causato dall’artrite di notte! Se le tue mani sono affette da questa patologia, puoi optare per il lavoro a maglia, che è un ottimo modo per esercitare le dita. Se soffrite di artrite, è certo che avete avuto notti insonni durante le quali il dolore vi impedisce di dormire. Perché succede questo? Ci sono modi efficaci per combattere questo problema? Prima di tutto, dovete sapere che i problemi di artrite non possono essere curati. Come ci dice l’Arthritis Foundation, ci sono trattamenti efficaci per alleviare il dolore e migliorare la qualità della nostra vita, ma questo problema di salute è irreversibile. Per tutto il giorno ci si muove, si maneggiano oggetti, si salgono scale, ci si sposta, ecc.

È una patologia legata alle ghiandole surrenali

Tutto questo aiuta a mantenere le articolazioni “calde”, e anche se si può sentire un po’ di dolore, la quiete della notte rende la sofferenza molto più acuta la sera. È probabile che abbiate sentito parlare della fatica surrenale, conosciuta anche come fatica cronica. Si tratta di una condizione legata alle ghiandole surrenali e alla stimolazione del nostro sistema nervoso che ci provoca dolore, stanchezza, ansia, insonnia, mancanza di appetito, ecc. L’artrite è una condizione cronica che colpisce soprattutto le donne. Scoprite i trattamenti naturali che vi permetteranno di combattere le manifestazioni di questa patologia. Se, durante la giornata, affronti situazioni di pressione, preoccupazione, ansia e stress, che non riesci a gestire in modo sano, il livello di cortisolo nel tuo sangue aumenterà e causerà dolore. Come già sapete, alcuni componenti del cibo che mangiamo ogni giorno possono darci fuoco, ma possono anche causare l’accumulo di tossine nel nostro corpo. Una delle cause principali dell’artrite è un’infezione causata da agenti patogeni esterni che entrano nel nostro corpo e indeboliscono il nostro sistema immunitario.

Monica Ferrari
Monica Ferrari, classe 1985, è laureata in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana ed la caporedattrice de simep.it. Da anni si occupa di tematiche legate all'alimentazione, salute, cura della personea e dimagrimento.

LASCIA UNA RISPOSTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 %