Blog

E il dolore alle articolazioni?

Anche se il dolore all’anca di solito inizia discretamente, non è consigliabile sottovalutarlo. Inoltre, tende ad essere associato ad altri problemi, come il dolore al ginocchio, all’inguine o alla colonna vertebrale, può anche causare ai pazienti di zoppicare o soffrire di altre complicazioni di salute. Il trattamento dipende sempre dalla causa specifica e può comportare cambiamenti nello stile di vita, diversi tipi di ostetricia e bendaggio, riabilitazione e terapia o anche soluzioni operative. L’articolazione dell’anca è tra le più grandi e anche nejzatěžovanější articolazioni del corpo umano, poiché porta una parte significativa del peso del nostro corpo. Se funziona correttamente, permette alle persone di camminare senza dolore, piegarsi e torcersi. Inoltre, è adattato al movimento continuo, in grado di far fronte ad attività ripetitive e può sopportare un certo grado di usura. L’anca è costituita da un foro nell’osso pelvico e dalla testa rotonda nella parte superiore del femore, che, nelle sue crisi, mentre i legamenti la tengono in posizione e la cartilagine aiuta la sua rotazione regolare. Anche se l’articolazione dell’anca è abbastanza semplice, una persona può facilmente ferirsi. Quando è esposto a troppe sollecitazioni, può anche causare un’infiammazione dei tessuti molli circostanti, che è anche accompagnata da un dolore sgradevole all’anca.

Cause del dolore all’anca

Il dolore all’anca può avere una varietà di cause diverse. Molto spesso si dà la colpa all’uso di calzature inadeguate, al sovraccarico delle articolazioni nello stile sbagliato di camminare, fare jogging o altri sport o a difetti congeniti di sviluppo delle anche come la displasia, la posizione irregolare, o alcune fosse profonde, la lussazione o la necessità di un collo del femore di lunghezza diversa. La ragione per cui i pazienti sperimentano un dolore acuto nella regione dell’anca può anche essere un carico ineguale sulle estremità inferiori. Gli esperti hanno riferito che fino al 75% delle persone hanno gambe di lunghezza diversa, il che può essere dovuto, per esempio, alla posizione scorretta dell’articolazione dell’anca o alla scoliosi. Il dolore all’anca può anche causare l’infiammazione dei tessuti molli come muscoli, nervi, legamenti e tendini. Questi ultimi sono particolarmente esposti a carichi pesanti nei pazienti anziani. Tuttavia, in alcuni casi, il dolore può anche essere trasferito dal bacino o da aree più remote delle estremità inferiori.

Per questa malattia è tipico

In termini di malattia, la causa più comune di dolore all’anca è la coxartrosi. Si tratta di una lesione degenerativa dell’articolazione dell’anca che di solito si verifica tra i 50. e i 60. tuttavia, può anche colpire i pazienti nella loro età lavorativa. Per questa malattia è tipico colpire la funzione dell’articolazione e allo stesso tempo causare difficoltà nel salire le scale, mettere le scarpe, o altre attività articolari. Quali sono i sintomi del dolore all’anca? Il dolore all’anca è di solito lieve all’inizio, e la zona interessata fa male solo con un carico più pesante. Tuttavia, più tardi, i pazienti si lamentano sempre più spesso di difficoltà a riposo, come il dolore all’anca mentre sono seduti o a riposo. Il dolore all’anca può anche essere sentito da una persona in molte altre aree del corpo, l’eccezione non è sparare il dolore all’anca nella gamba. I pazienti di solito sono anche afflitti dai seguenti sintomi. Cambiamento della gamma di mobilità articolare. Accorciamento dei muscoli che agiscono sull’articolazione dell’anca. Il dolore all’anca può anche peggiorare a seconda dell’attività fisica del paziente. Pertanto, l’eccezione non è il dolore all’anca dopo la corsa o il dolore all’anca mentre si cammina. In alcuni casi, le persone trovano anche che a causa di questa complicazione di salute non sono più in grado di scendere dall’arto si muove liberamente, si alza, si mette le scarpe o va alle scale e sarà anche dolore all’anca a riposo o dolore all’anca di notte!

Nell’ultima fase

Nell’ultimo stadio, il dolore all’anca tende ad essere così acuto e sgradevole che i pazienti sono di solito piegati su un lato. Allo stesso tempo, il dolore all’anca è significativamente ridotto nella vita normale e può iniziare a zoppicare perché la testa del femore è distrutta e l’arto inferiore è significativamente ridotto. Di solito i pazienti con dolore lieve all’anca non attaccano molto peso e quindi cercano aiuto medico solo quando il dolore inizia a limitarli nella loro vita quotidiana. Tuttavia, questo problema di salute non deve essere sottovalutato. Pertanto, è meglio risolvere le difficoltà in modo tempestivo nell’ufficio di un medico distrettuale o di un ortopedico. La diagnosi si concentra principalmente sulla corretta localizzazione del dolore e sulla successiva ricerca della sua causa. Pertanto, il medico prova a pulsare l’articolazione dell’anca in diverse posizioni, controlla se la zona interessata non è gonfia o arrossata, e rileva la presenza di altri sintomi e la durata del dolore. Allo stesso tempo, esplora anche la storia del paziente e della sua famiglia, dove lavora e se si impegna in qualche sport o altri hobby faticosi. Non appena l’ortopedico misura la lunghezza dell’arto ed esamina la colonna vertebrale, la postura e lo stile di camminata del paziente, lo rimanda per ulteriori esami. Questo può essere biochimica di base, emocromo, analisi delle urine, raggi X, ultrasuoni, risonanza magnetica o scintigrafia.

Monica Ferrari
Monica Ferrari, classe 1985, è laureata in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana ed la caporedattrice de simep.it. Da anni si occupa di tematiche legate all'alimentazione, salute, cura della personea e dimagrimento.

LASCIA UNA RISPOSTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0 %