BlogIntegratori per psoriasiRimedi

Fungo della pelle – cause, sintomi, farmaci

Prima inizia il trattamento, migliori sono le possibilità di sbarazzarsi rapidamente di un fungo della pelle. E più basso è il rischio di infettare altre persone. Importante da sapere: I sintomi principali delle infezioni fungine della pelle – aree rosse e squamose, prurito, bruciore – possono verificarsi anche con molte altre malattie della pelle. Queste iniziano con reazioni allergiche e vanno dalla psoriasi alla neurodermite.

Ecco perché la diagnosi appartiene alle mani di un dermatologo. Nella maggior parte dei casi, il dermatologo può già riconoscere il tipo di fungo della pelle dal suo aspetto e dalla sua posizione. Per confermare la diagnosi, l’agente patogeno può essere individuato sia attraverso la coltura in un mezzo nutritivo speciale che attraverso l’esame microscopico di un campione di pelle. Il modo in cui viene trattato il fungo della pelle dipende soprattutto da quale fungo c’è dietro.

🩺 Cosa si impara da questo articolo?

TemaFungo della pelle
Tempo di leggere 7 minuti 🕑
Farmaci✅
Affrontare il problemaC’è

Farmaci contro i funghi della pelle

I farmaci usati per i funghi della pelle sono chiamati antimicotici. Inibiscono la crescita e la riproduzione dei funghi (effetto fungistatico) o li uccidono (effetto fungicida).

Anche se molti di questi farmaci per i funghi della pelle sono disponibili da banco in farmacia, non dovrebbero essere usati senza consultare un medico. Questo perché non tutti gli antimicotici funzionano ugualmente bene per le diverse forme di funghi della pelle. Inoltre, la gravità dell’infezione e fattori come l’età o la possibile gravidanza giocano anche un ruolo nella scelta del farmaco appropriato.

Di regola, il fungo della pelle viene prima trattato localmente o topicamente. Questo significa con unguenti, creme, polveri o tinture contenenti antimicotici applicati sulle aree cutanee interessate. Poiché le infezioni fungine possono essere molto persistenti, questi agenti devono essere utilizzati per tutto il tempo prescritto dal medico – anche se i sintomi visibili e percettibili sono già diminuiti. Questo impedisce al fungo della pelle di riaccendersi.

Se il trattamento locale non ottiene il successo desiderato e se il fungo della pelle è molto pronunciato, il dermatologo può prescrivere un antimicotico in compresse. Una tale terapia sistemica è talvolta necessaria se il fungo della pelle minaccia di diffondersi nel sangue e negli organi interni.

Rimedi casalinghi per i funghi della pelle

Poiché i funghi non amano un ambiente acido, l’aceto è considerato un rimedio casalingo provato contro i funghi della pelle e specialmente contro il piede d’atleta. Alcune sostanze vegetali come la lavanda o il tea tree oil hanno persino indicato il loro beneficio in studi scientifici. Tuttavia, secondo le conoscenze attuali, questi rimedi contro i funghi della pelle sono chiaramente meno efficaci degli antimicotici. Pertanto, dovrebbero essere utilizzati solo in consultazione con il medico curante e al massimo come aggiunta alla terapia con i farmaci.

I funghi della pelle non sono un quadro clinico uniforme, ma un termine collettivo per varie infezioni della pelle la cui caratteristica comune è che sono causate da funghi. A seconda dell’agente patogeno che c’è dietro e di quali aree sono principalmente colpite, i medici dividono il fungo della pelle nelle singole forme.

fungo della pelle

Funghi della pelle: classificazione secondo la localizzazione

I patogeni cutanei fungini sono particolarmente amanti degli ambienti caldi e umidi, come quelli che si trovano negli spazi tra le dita dei piedi, nella zona intima o sotto il seno. In linea di principio, però, possono infettare qualsiasi parte della pelle umana. A seconda della localizzazione, i dermatologi dividono i funghi della pelle in diverse forme. Questi includono:

  • Piede d’atleta (tinea pedis): Questo è di gran lunga il più comune fungo della pelle causato da funghi filamentosi – i cosiddetti dermatofiti – e colpisce i piedi, soprattutto la pelle tra le dita. Da lì, l’infezione fungina può diffondersi ad altre parti del piede, come le suole o i bordi.
  • Fungo della mano (Tinea manuum): il fungo della pelle sulla mano e sulle dita di solito si verifica solo su un lato. Se l’infezione persiste per un periodo di tempo più lungo, può diffondersi alla seconda mano. Le persone colpite spesso trasferiscono i dermatofiti da un fungo del piede alla mano e alle dita.
  • Fungo della testa (tinea capitis): le infezioni fungine del cuoio capelluto si verificano soprattutto nei bambini, ma anche negli adulti. Per lo più, il bambino viene infettato da animali come cani, gatti, conigli o porcellini d’India. Questi animali domestici possono portare nella loro pelliccia l’agente patogeno Microsporum canis, responsabile soprattutto in Europa centrale. Tuttavia, il fungo della pelle sulla testa può anche essere trasmesso da persona a persona.
  • Funghi della pelle su braccia, gambe, schiena e petto (tinea corporis): Le infezioni fungine sul tronco e sugli arti sono chiamate tinea corporis. Questa forma di fungo della pelle può colpire tutte le regioni con peli sottili del corpo. Gli agenti patogeni penetrano nella pelle attraverso il follicolo pilifero e si diffondono da lì ai follicoli piliferi circostanti.
  • Fungo della pelle del viso e del collo (tinea faciei e tinea colli): qui, l’infezione da dermatofiti colpisce il viso e/o il collo. Anche se queste due forme di funghi della pelle hanno un nome proprio, hanno gli stessi meccanismi di altre infezioni fungine della pelle pelosa del corpo. Pertanto, appartengono al gruppo di malattie tinea corporis.
  • Fungo della pelle nell’inguine (tinea inguinalis): Anche questa malattia è scatenata dai dermatofiti, la cui crescita è favorita dall’ambiente caldo e umido dell’inguine e della zona intima. Il fungo della pelle spesso inizia sui lati interni delle cosce e si espande man mano che progredisce.
  • Infezione della pelle causata da un fungo: le infezioni della pelle causate da funghi del genere Candida sono chiamate candidosi cutanea. Questa forma di fungo della pelle si verifica principalmente nelle pieghe del corpo: per esempio, nell’ascella, nell’inguine, nella zona intima, sotto il seno femminile o tra le natiche.
sintomi fungo della pelle

Il fungo della pelle appartiene al gruppo delle malattie infettive. Questo significa che gli agenti patogeni causali sono contagiosi. Nella maggior parte dei casi, la trasmissione avviene da persona a persona – direttamente attraverso il contatto fisico o indirettamente attraverso oggetti contaminati. Questi includono vestiti e scarpe, ma anche pavimenti, tappetini da bagno o mobili per sedersi su cui si trovano scaglie di pelle contenenti l’agente patogeno. Poiché i funghi della pelle amano l’umidità e il calore, il rischio di contrarli è particolarmente alto in piscine, saune, docce e bagni.

Farmaci che possono aiutarti:

Farmaci che possono aiutarti con il tuo problema. Puoi scoprire qualcosa di più su di loro qui:

Name prodotto:Zenidol™️Myceril™️
Vedi:cremacrema
Valutazione:5⭐⭐⭐⭐⭐5⭐⭐⭐⭐⭐
Produttore:🇮🇹🇮🇹
Recensioni negative:NoNo

Che tu sia benedetto. Scegliere le medicine giuste e provate.

I più importanti patogeni dei funghi della pelle

La causa di gran lunga più frequente di funghi della pelle, con una quota di oltre il 70%, sono i funghi filamentosi, i cosiddetti dermatofiti. Tre generi di questi patogeni, che normalmente non si presentano nella pelle sana, sono di rilevanza medica. Sono chiamati epidermofiti, microsporum e trychophyton. I funghi filamentosi si nutrono principalmente di cheratina, che si trova nell’epidermide e nelle appendici della pelle come le unghie o i capelli. Pertanto, i funghi dermatofiti della pelle – i medici chiamano queste infezioni tinea o dermatofitosi – sono solitamente limitati agli strati più alti della pelle.

I funghi del lievito, d’altra parte, possono anche infettare le membrane mucose e, nel peggiore dei casi, anche diffondersi agli organi interni, ma questo accade solo raramente nel complesso. Il rappresentante più noto è l’abitante naturale della pelle Candida albicans, che scatena la dermatite da tovagliolo nei neonati e nei bambini piccoli.

Un’altra infezione da lievito della pelle diffusa nelle regioni tropicali è la pitiriasi vesicolor. Muffe come l’Aspergillus giocano solo un ruolo molto minore come patogeni dei funghi della pelle.

Quali fattori favoriscono i funghi della pelle?

Le aree cutanee ferite, scarsamente perfuse o altrimenti modificate patologicamente sono particolarmente suscettibili alle infezioni fungine. Questo è dimostrato, per esempio, dalla dermatite da pannolino, in cui i funghi colonizzano una pelle già infiammata sul sedere del bambino. Ma i funghi della pelle possono anche colonizzare regioni di pelle sana, soprattutto se il clima di queste zone è piuttosto umido e caldo. Nella regione inguinale, nelle ascelle o negli spazi tra le dita dei piedi, la maggior parte degli agenti patogeni dei funghi della pelle possono moltiplicarsi meglio e penetrare più facilmente nella pelle ammorbidita. Questo è il motivo per cui le persone che sudano molto, indossano abiti stretti e poco permeabili all’aria o sono in sovrappeso soffrono più spesso di funghi della pelle.

Un altro fattore di rischio per le infezioni fungine è un sistema di difesa dell’organismo indebolito. Le possibili cause sono malattie sottostanti come il diabete e l’AIDS, ma anche la terapia con farmaci che sopprimono il sistema immunitario – i cosiddetti immunosoppressori.

Ovunque molte persone camminino a piedi nudi, il rischio di contrarre patogeni cutanei fungini aumenta. La regola più importante per prevenire i funghi della pelle dei piedi è quindi quella di indossare sempre scarpe da bagno o pantofole in piscine, saune, spogliatoi o camere d’albergo. Poiché molti funghi della pelle preferiscono un ambiente caldo e umido, aiuta ad asciugare bene la pelle dopo ogni contatto con l’acqua. Questo vale soprattutto per gli spazi tra le pieghe della pelle, le dita dei piedi e delle mani. Abiti e scarpe ariose e traspiranti prevengono anche i funghi della pelle.

Monica Ferrari
Monica Ferrari, classe 1985, è laureata in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana ed la caporedattrice de simep.it. Da anni si occupa di tematiche legate all'alimentazione, salute, cura della personea e dimagrimento.

LASCIA UNA RISPOSTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

0 %